Le riserve

Non parliamo di calcio sorry!

Effettivamente può essere fuorviante come titolo.

 

In francese le chiamano Les reserves, pertanto io anche in italiano le ho sempre chiamate Riserve.

 

Fondamentalmente riassume bene il concetto, sono tutti quei lavori che rimangono da finire una volta che l’impresa dichiara di aver finito i lavori.

 

Scusa ma se ha finito i lavori cosa resta da fare?

 

Un impresa o una società quando dichiarano di aver finito i lavori a loro commissionati, deve aspettare sempre un nullaosta verbale o scritto a seconda degli accordi e dei lavori eseguiti, da parte del committente o Responsabile di progetto prima di essere saldati e considerare chiusi lavori.

 

Non é una legge attenzione. E’ comunque una prassi dettata dal buon senso.

 

Poniamo il caso di aver commissionato un impresa per la sostituzione dei rivestimenti nel nostro appartamento.

 

Una volta finiti i lavori l’impresa ci avvertirà ed incomincerà a preparare i materiali per lasciare il vostro appartamento.

 

In quel frangente noi andremo ad ispezionare e controllare che tutto sia stato fatto a regola d’arte secondo le nostre richieste.

 

Ora mettiamo che questa impresa abbia riempito male le fughe del bagno lasciando cosi degli spazi vuoti dove lo sporco andrà a depositarsi.

 

Ecco questa sarà una riserva!

 

Pertanto andremo a segnalarla all’impresa che provvederà al ripristino prima di lasciare l’appartamento.

 

Ma se sto rifacendo tutto l’appartamento ed ho tante imprese?

 

Durante i lavori abbiamo visto come sia di importanza vitale redigere un Rapporto settimanale durante le riunioni per seguire l’avanzamento dei lavori, le scadenze il planning e le problematiche sorte.

Sempre in questo Rapporto si andranno ad apporre in una sezione a parte denominata RISERVE tutte quelle finiture o lavori da riprendere o modificare.

 

Da non confondere con le modifiche progettuali da voi richieste.

 

Infatti le riserve sono lavori o prestazioni a carico dell’impresa per non aver finito in maniera corretta la prestazione.

 

Qualche esempio?

 

  • fuori piombo muri o porte 
  • intonaci crepati 
  • denti tra i rivestimenti 
  • zoccolini scollati 
  • colori pitture non uniformi 
  • interruttori non funzionanti 
  • porte finestre che toccano in apertura 
  • porte che non si chiudono 
  • serrature che non girano 
  • righe su alluminio o ferro mancorrenti o finestre

Detto in parole povere: Tu paghi per delle cose nuove e perfette.

 

Se non sono perfette tu hai diritto di fartele rifare.

 

Non stai chiedendo nulla di nuovo e nulla di strano. Se hai scelto dei veri professionisti molto probabilmente non dovrai neanche dirlo, ma sai come si dice:

 

La fiducia é bene, il controllo é meglio.

Casa

Se ti affiderai ad un Architetto, un Ingegnere o un Geometra sicuramente sarà compito loro eseguire questo tipo di controllo costante durante tutto l’arco temporale dei lavori.

 

Se eseguito da loro avrai anche la sicurezza che questa forma di controllo verrà eseguita anche nella metodologia di posa dei vari materiali oltre ad un controllo documentale prima dell’accettazione delle soluzioni proposte.

 

Normalmente viene indicato anche un tempo limite entro il quale le società o imprese si impegnano a risolvere e cancellare tutte le riserve onde incorrere in penalità di tipo economico.

 

Sai però cosa succede in questo lasso di tempo? Succede che gli operai che hanno lavorato durante il tuo cantiere e che quindi erano quelli specializzati per eseguire il grosso del lavoro siano partiti verso nuovi cantieri..

 

E quindi chi mi leva le riserve?!

 

Quindi vedrai arrivare operai tuttofare o peggio, il “boccia” di turno. Per boccia si intende il ragazzo giovane al quale vengono dati lavori piccoli e che deve fare esperienza.

 

Nulla contro, tutti nel nostro piccolo lo siamo stati nel nostro campo.

 

Però il volenteroso ragazzo non saprà esattamente cosa fare, non avendo la lista con se, e magari avrà difficoltà nel ritrovare i piccoli interventi da fare.

 

Sai che c’é una soluzione semplice ed efficace che mette nella situazione di far capire a chiunque cosa dover fare?

 

Taaaac 

 

Se gestisci tu i lavori direttamente munisciti di stampante e del foglio di ricapitolo delle riserve per ogni impresa, poi:

 

  1. Per ogni locale o zona della casa apponi un foglio riportante tutte le riserve per quel locale. 
  2. Nel foglio diviso in gruppi (per ogni impresa) lista i lavori da finire o riprendere indicante la zona ed il problema 
  3. Apponi anche uno spazio vuoto per la data di esecuzione e del nome di chi ha eseguito il lavoro 
  4. Attribuisci un colore unico per ogni impresa 
  5. Nel posto dove l’impresa dovrà riprendere il lavoro apponi un adesivo colorato corrispondente al colore dell’impresa come questi in figura

 

Casa

 

Abbi cura di inserire la lista all’interno di una cartellina di plastica trasparente per mantenerla intatta durante i lavori

 

Questa é una soluzione che ti eviterà chiamate inutili, di inviare decine di volte la lista per email o messaggio, e di verificare cosa resta da fare.

 

E’ finita qui?

 

Ultimissima cosa, invia ogni Mercoledi la lista aggiornata alle imprese.

 

“Perché mercoledi e non venerdi?”

 

Perché tendenzialmente le imprese sono più disposte ad agire prima della fine della settimana piuttosto che mandarle venerdi sapendo che nel weekend ci si dimentica e sorgono urgenze o impegni altri che le tue riserve.

 

Ormai sei diventato un semi professionista della gestione dei lavori. A breve potrai farmi concorrenza.

 

Sto preparando una guida in pdf che riassumerà tutte le informazioni includendo anche i documenti che uso per la mia attività per darti la possibilità di lavorare con i miei stessi strumenti.

 

Registrati al Blog cosi da tenerti informato sulla data d’uscita della guida, dei materiali scaricabili e dei nuovi articoli riguardanti l’universo casa.

 

Quali argomenti?

  • mantenere casa
  • le migliori assicurazioni
  • come proteggere casa
  • dove e con chi puoi mettere a reddito casa tua

E tanto altro..

Ma prima di lasciarci Give me a like please!
Thanks!