Le forniture

Un grande argomento che attanaglia chi vuole fare i lavori di casa: le forniture!

Tutti di primo istinto siamo portati a pensare:

 

Se mi occupo io di ordinare gli accessori o i rivestimenti ci guadagno. Risparmierò un sacco di soldi!

 

Il ragionamento non fa una grinza. In verità entrano in gioco diverse varianti che possono portare l’ago a tuo favore o sfavore. Vediamone alcune.

CasaLe quantità

Se ti prepari ad affrontare la ristrutturazione completa di un appartamento o di una casa sicuramente le quantità sono diverse rispetto a rifare i 5 m2 di piastrelle del ripostiglio di casa. Quindi la differenza tra i prezzi può essere esigua quanto importante a seconda del quantitativo.

 

Bisogna però metter in conto che di fronte ad un fornitore voi sarete un privato che ordinerà una tantum rispetto ad un impresa che magari ordina centinaia di m2 al mese di piastrelle, il che giocherà a vostro sfavore per la base di partenza del prodotto.

 

Infatti a parità di prodotto ci possono essere variazioni importanti legate proprio a politiche commerciali diverse che stanno alla base di partenariati solidi e duraturi tra le imprese.

 

Il trasporto e la messa al piano

Nel prezzo che vi verrà proposto dal fornitore dovrete poi aggiungerci il trasporto e lo scarico.

 

Questo é un servizio che propone la maggior parte dei fornitori a patto che si paghi un extra che solitamente ha un suo peso.

 

La prassi vuole poi che il fornitore scarichi la merce all’indirizzo preposto, quindi sulla sede stradale o nella zona di carico/scarico destinata al cantiere.

 

Cosa vuol dire?

 

Vuol dire che dovrete aggiungere poi la manovalanza per la messa al piano delle forniture o eventuali montacarichi nel caso non ci siano altre soluzioni.

 

CasaQuesto l’impresa invece lo calcola già nella fornitura prevedendo tutte le prestazioni accessorie per avere le forniture in loco, sollevandovi cosi da impegni gravosi sia in termini di tempo che costi.

 

Oltretutto eventuali ritardi nella consegna o tempo perso ad aspettare o per imprevisti di altra natura non vi costeranno a voi ma all’impresa.

 

Tempistiche consegna

Da privato il vostro “potere” é quasi nullo.

 

Mi spiego meglio.

 

Di fronte ad una scadenza imminente, come ad esempio l’arrivo dei mobili a casa vostra, se la consegna del parquet é in ritardo potrete sollecitare o mettervi a piangere in cinese (penso sia uguale che piangere in italiano, ma ho reso l’idea) non porterà a nulla.

 

Il camion non é partito dall’azienda. Devi aspettare.

 

Diverso invece é il potere di un impresa.

 

L’ impresa che magari ordina materiali per decine di migliaia di euro al mese non pensi che abbia più voce in capitolo di te? E’ uguale per tutte le cose.

 

A casa tua se alzi la voce con i tuoi figli questi ubbidiranno (almeno sulla carta dovrebbe essere cosi). Se entra il primo che passa fuori e fa la stessa cosa con i tuoi figli loro avranno la stessa reazione?


Non penso.

 

Non sono supposizioni, é la realtà!

 

Personalmente mi é successo tantissime volte di subire dei ritardi sulle forniture per svariati motivi, ma avendo partner ai quali commissionavo diverse centinaia di migliaia di euro l’anno in ordini, questi portavano la merce nottetempo a costo di venire anche in auto per un solo rubinetto (800km).

 

Materiale difettato o rovinato

Questo discorso vale come quello precedente.

 

Se tu privato dopo aver portato la merce al piano a spese tue, aver organizzato il trasporto e pagato in anticipo tutto o saldo alla consegna ti accorgi che nel pallet del tuo bellissimo parquet sono presenti pacchetti rovinati dal trasporto o con colori sbagliati che fai?

 

Dovrai prelevare la quantità portarla dal tuo fornitore o aspettare che lui mandi il camion appena possibile per ricaricarlo e ripartire con un nuovo ordine, farti un reso, consegnarti una nuova bolla e stare buono li ad aspettare.

 

Anzi ti ricordo che i mobili stanno arrivando, quindi metti mano al portafoglio e affitti uno spazio dove stoccarli perché se cambi data di consegna ritardi tutti gli altri lavori.

 

Per l’impresa é diverso.

 

Se i loro operai si accorgono di questo chiamano il loro responsabile che immediatamente chiama il fornitore.


Risultato?


Tutti si faranno in quattro per sistemare la cosa il prima possibile e quasi sicuramente avrai anche uno sconto oltre al fatto che farai ricadere il costo dello stoccaggio dei mobili all’impresa.

 

Questo che ti sto dicendo non é frutto di fantasie. E’ solamente un piccolo sunto della mia esperienza personale.

 

Pagamenti forniture

Tu caro il mio amico/a quando andrai ad ordinare i materiali il fornitore ti potrà chiedere:

 

  • acconto del 50% e saldo alla consegna
  • saldo totale dell’ordine e saldo trasporto a ricezione del materiale in loco

 

Chiaramente non generalizziamo, ma queste sono consuetudini.

Casa
Quindi?

 

E quindi sono tanti soldi che escono dal portafoglio e subito.

 

L’impresa invece ha condizioni diverse con il proprio fornitore e per questo motivo non ti chiederà il saldo subito dei materiali ma si accontenterà di un acconto sui lavori ed il pagamento secondo avanzamento come da accordi presi con te inizialmente.


 

Queste sono alcune considerazioni sulla tematica delle forniture e variano caso per caso a seconda degli interlocutori, dei fornitori, dei lavori da eseguire e dalle imprese.

 

Se é la prima volta che fai i lavori e non hai molte conoscenze nella gestione dei lavori, il mio consiglio é quello di affidarti all’impresa o alle società.

 

Se stai cercando invece un offerta per le tue forniture in maniera autonoma sarò felice di poterti aiutare nel metterti in contatto con le più grandi aziende italiane presenti oggi sul mercato. Contattami

 

Se pensi sia stato utile condividi l’articolo o mettimi un like. Grazie