Il Planning

Planning = pianificazione, programmazione

Con questa frase potrei chiudere qui. Semplice, breve ma altrettanto chiara.

 

Cosa vuol dire?

 

Vuol dire che senza programmazione non si va da nessuna parte. Tutto sarebbe organizzato secondo “Si forse lo faccio domani” oppure “Se riesco lo finisco in settimana”…

 

Risultato?

 

Nessuno.

 

Tutto in balia di eventi, disponibilità di persone ad intervenire secondo il loro volere o le loro possibilità, quindi non si avanzerebbe di un solo millimetro creando uno Tsunami di continui cambiamenti ed improvvisazione continua.

 

Questo nel settore delle costruzioni o ristrutturazione é inammissibile.

 

Questo settore nasconde già delle complicazioni insite per le quali tutto deve esser pianificato per tempo in ogni suoi minimo dettaglio.

 

Ora, se é la prima volta che affronti dei lavori questo ti sembrerà un esagerazione. Ma ben presto ti accorgerai, se avanzerai senza un Planning, di quanto questo sia vero!

 

Il Planning é un documento che può avere una valenza di carattere organizzativo ed anche contrattuale.

 

 

Come é composto il Planning?

Il Planning é solitamente stampato su fogli di carta abbastanza grandi per esser facilmente consultabili dal momento che vi sono contenute molte informazioni.

Su questo foglio troveremo 4 informazioni importanti:

 

  • il nome della società che deve eseguire il lavoro
  • tipo di mansione da svolgere
  • le date di inizio e fine lavori
  • elemento grafico

 

Attenzione che nel Planning i lavori da eseguire dovranno essere scomposti facendo apparire tutti i passaggi utili al raggiungimento dell’obbiettivo.

 

Viene fatto per evitare strane sorprese in fase realizzativa. Un esempio?

 

Mettiamo che nel Planning vi sia scritto posa lavandino Mercoledi 16/1/2018 senza specificarne passaggi e che nella stessa giornata vi sia pittore e muratore nell’appartamento per altri lavori.

 

Come previsto Mercoledi e l’idraulico arrivano! E siccome deve intervenire sulle alimentazioni da raccordare chiuderà l’acqua per la mattinata perché deve modificare l’impianto.

 

Con che risultato?

 

Che magari muratore e pittore senza acqua non riescono ad impastare il loro intonaco o calce…

 

Magari con la mezza giornata pagata per la perdita di tempo…

 

Per questo motivo é molto utile e consigliato che sia un professionista a farlo.

 

Questo vuol dire che oltre a definire tempistiche e durate dei lavori potrà avere anche un peso nelle Penalità o Clausole Contrattuali.

 

Materialmente questo documento si andrà a redigerlo insieme a:

 

  • imprese: inizio, durata e fine prevista dei lavori
  • fornitori: tempistiche per gli ordini e consegne
  • professionisti/burocrazia: inizio del cantiere e data di fine desiderata

 

Ognuno di queste persone apporrà i lori bisogni in termini di scadenze e durate tenendo conto che l’obbiettivo principale é quello dettato dal cliente.


In funzione delle tue richieste (cliente), le imprese ed i fornitori saranno in misura di dirti dopo uno studio approfondito quello che é realmente fattibile compatibilmente alle tempistiche di realizzazione.

 

Se vogliamo mettere in ordine i vari step possiamo considerare questo ordine cronologico:

 

  1. Lista lavori: determinare esattamente cosa si deve fare e con quali risultati
  2. Determinare le forniture: cosa deve essere posato o fornito
  3. Inizio: questo normalmente é determinato dalla parte amministrativa e dai permessi
  4. Durata: quanto tempo si impiega per la realizzazione delle opere
  5. Test: la parte di test e verifiche degli impianti o apparecchiature
  6. Riserve o finiture: regolazioni o riserve da levare
  7. Fine: termine dei lavori

 

Questo é il percorso che il tuo Responsabile di progetto, o tu stesso qualora sia tu a dirigere i lavori, dovrà fare seduto ad un tavolo con te e tutte le imprese coinvolte.

 

Durante questo incontro ognuno sarà libero di obbiettare o chiedere modifiche per la stesura del Planning. Successivamente verrà inviato per la verifica e l’approvazione di tutti.

 

E’ anche possibile che si faccia una revisione modificando con eventuali accorgimenti dell’ultimo minuto.

 

Casa

Devi considerare un aspetto molto importante.

 

Per avere tempi ragionevoli e per raggiungere l’obbiettivo della data di fine ci saranno momenti in cui diverse società lavoreranno allo stesso tempo in spazi che ora sembrano grandi ma che a breve diventeranno molto piccoli.

 

I lotti

Per praticità quando si chiedono dei preventivi, questi si suddivideranno in Lotti.

 

Avrai cosi diversi Lotti:

 

  • rivestimenti
  • demolizioni
  • murature
  • impianti, suddivisi in lotti minori per idraulica, elettricità, riscaldamento
  • domotica
  • pitture
  • serramenti
  • etc etc

Quindi l’idraulico avrà il Lotto impianti idraulici, l’elettricista il Lotto Impianti elettrici ed il muratore potrà avere Il Lotto demolizioni, murature, posa rivestimenti etc a seconda degli accordi.


Qualora tu debba confrontarti con una società generale, quindi con la possibilità di assicurarsi tutti i lotti, riceverai un offerta unica accompagnata da un Planning dettagliato.

 

Questa divisione in lotti ti aiuterà a creare il tuo Planning.

 

Seguendo un ordine logico dei lavori si metteranno prima i Lotti interessati dalle prime fasi e successivamente tutti gli altri.

 

Per questo motivo inizierai con le demolizioni, evacuazione, impianti, le murature etc.

 

Una volta che sul tuo Planning hai listato i vari Lotti a fianco di ognuno di essi andrai ad inserire la durata dei loro interventi in giorni.

 

 

Gli interventi

Munisciti di un foglio di carta millimetrata dove scriverai in ordine da sinistra verso destra in diverse colonne:

 

  • il nome dell’impresa o tecnico
  • la mansione prevista
  • la durata in giorni
  • la data di inizio
  • la data di fine
  • % aggiornata ogni settimana del completamento della mansione

La parte restante del foglio servirà ad apporre i giorni o le settimane future in testa; in corrispondenza di ogni mansione tirerai una linea orizzontale corrispondente alla durata secondo la data di inizio e fine indicata.

 

Sotto un esempio

 

Planning

 

 

Cosi facendo si avrà una panoramica generale utile nell’individuazione delle problematiche.

 

Chiaramente non si potranno far fare le pitture mentre il muratore posa i rivestimenti perché altrimenti ti consiglio di chiamare subito il 118! 🙂

 

Ma chi lo deve fare?

Se per i tuoi lavori ti affidi ad un Responsabile di progetto, questa persona sicuramente si occuperà di farlo in autonomia e quasi sicuramente ti invierà una copia.

 

Se invece per il tuo progetto hai un impresa generale sarà a lei che dovrai richiederlo.


Con questo Planning non avrai più sorprese o patemi d’animo.

 

Anzi potrai farti forte delle date apposte dalle società per spingerle a tener fede agli accordi presi durante la stipula del contratto.

 

Tieni sempre una copia con te e falla apporre all’interno dell’appartamento ben visibile a tutti.

 

E’ solo un pezzo di carta ma che racchiude un enorme potere.

 

Casa