Foto e annunci

stencil
Stencil da decorazione by Royal Stencil
19 Ottobre 2017
planimetria
Come fare una planimetria di casa?
23 Ottobre 2017

Foto e annunci

foto

Se stai pensando di creare un annuncio per vendere o affittare la tua casa, ti consiglio di prestare attenzione alle foto!

 

Già! Puoi avere una casa stupenda, con un prezzo veramente interessante, ma se le tue foto faranno pena ahimé il tuo annuncio avrà l’effetto opposto da quello desiderato.

 

Oggi viviamo in un mondo che ci ha abituato a centinaia di migliaia di stimoli visivi giornalieri. Una volta, anche solo vent’anni fa, questi stimoli erano generati dalla TV, dai quotidiani che ti passavano sotto al naso e dai cartelloni pubblicitari.

 

Ma oggi non é più cosi! Solamente attraverso il tuo pc o cellulare ogni giorno hai più stimoli visivi di quelli a cui eri sottoposto in sei mesi di tempo del 1990.

 

Eh quindi?

 

Quindi oggi il nostro cervello conferisce attenzione solamente a contenuti che reputa essere di interesse per noi essendo costretto a selezionare ogni momento le cose interessanti dalla fuffa.
Questa continua selezione alle volte non ci accorgiamo ma avviene in maniera autonoma e con i veri colpi d’occhio.

Attimi neanche misurabili in secondi che permettono al cervello di filtrare cosa può interessarci e cosa no.

 

Ma come avviene?

 

Tutto questo processo é generato principalmente dai contenuti visivi, in parole povere dalle fotografie, disegni o immagini di qualsiasi natura.

Questo retaggio é un eredità dei Social e del Web.

Dal momento che vi sono presenti miliardi di contenuti e magari simili o uguali, il lettore o cliente deve esser attirato.

Come?

Semplicemente mettendogli un immagine accattivante accompagnata da un buon titolo.

 

Chiaramente vista la marea di tipologia di contenuti e settori, non tutti seppur amanti dello stesso sport saremo attirati tutti dallo stesso tipo di immagine o messaggio.

Per questo motivo vi sono campagne di un prodotto ma con immagini e messaggi diversi, cosi da attirare più clienti diversi.

 

Per le case vale lo stesso?

 

Per le case vigono le stesse regole di qualsiasi altro prodotto.

Puoi essere proprietario di una casa in montagna e promuovere la vicinanza a gli impianti di risalita per i più sportivi o magari pubblicizzarla su un altro sito sottolinenando la quiete e le comodità mirando ad una clientela in cerca di tranquillità.

 

Con questi due annunci andrai a pubblicizzare la stessa casa, per lo stesso periodo invernale ma a due audience differenti, aumentando cosi la possibilità di intercettare una domanda di prenotazione o acquisto.

 

Ma questo vale per il titolo dell’annuncio o contenuto dell’articolo. Per le foto il discorso é unico ed inequivocabile: DEVONO ESSERE DI QUALITA’!!

 

Nella fotografia esistono, come in tutte le cose, delle persone che sanno vedere e altre che non sanno nemmeno guardare.
(Nadar)

 

Il mio telefonino fa foto di qualità!!

 

Ecco appunto.

La qualità a cui mi riferisco io non é solamente indirizzata a quanto é potente la macchina fotografica o cellulare o a quanta risoluzione é la foto.

Quella che intendo io é un insieme di fattori:

  • esposizione, luminosità
  • pulizia degli ambienti
  • effetti personali minimi
  • posizioni o altezze per le foto
  • soggetti/oggetti nella foto
  • orari

La somma di questi fattori farà una differenza tale che se presi in considerazione trasformeranno gli ambienti, ma se ignorati esalteranno solamente i punti sfavorevoli degli ambienti e del fotografo.

 

Nella mia carriera ho fatto tante foto, la maggior parte tecniche inerenti al mio lavoro, e talvolta anche paesaggistiche.

Ma non c’é nulla di più difficile che fotografare case.

Ci vuole estro, conoscenza e molta tecnica, la ragione per la quale vi sono fotografi specializzati per questo settore.

 

Potranno far apparire spazi angusti meno occlusivi, esaltarne le qualità e ridurre eventuali difetti sempre nell’ottica di valorizzazione non di manipolazione degli elementi! Non serve a nulla far apparire grazie ad una distorsione visiva un locale ampio quando é tutt’altra cosa altrimenti rischierai di dare una percezione distorta degli ambienti ad eventuali persone interessate!

Con che risultato?

Perdita di tempo per tutti!

Richiedono obbietti particolari, cavalletti, luci, bracci motorizzati ed ammortizzati, insomma una miriade di materiali ed accorgimenti che non si apprende dall’oggi al domani.

 


 

C’é differenza tra una foto ed uno scatto!

 

Io ho fatto più volte questo confronto e non ne sono mai uscito vincente, anche con diversi anni di esperienza sul campo.

Qualora tu abbia la possibilità compara le tue foto di un locale a quelle di un fotografo fatte nello stesso luogo.

Diresti che i locali non siano uguali.

Cambia tutto.

E cambiando tutto, si cambia anche la percezione del soggetto nella foto, attirati magari dalla sua lucentezza, luminosità o sensazione di calore.

Vi sono decine, centinaia di sensazioni diverse che una foto può trasmettere.

 

E allora ti chiedo una cosa.

 

Ma perché, se in più si parla di vendere o affittare casa tua e quindi con dei soldini in ballo, non investi in un fotografo professionista?!

Lo so, cerchi di mantenere le spese al minimo possibile, ma tante volte non prendere in considerazione questa opportunità vuol dire tirarsi la zappa sui piedi.

 

Oggi giorno la figura del fotografo é una figura importantissima per tutto quello che abbiamo visto sopra, é quello che potrà tirare fuori il carattere di una casa esaltandone gli aspetti migliori.

Tranquillo, avere un fotografo non vuol dire spendere migliaia di euro. La fuori é pieno di professionisti che per qualche centinaia di euro potranno aiutarti nel tuo obbiettivo.

 

Ma come riconoscere un buon fotografo anche al telefono?

 

Semplicemente chiedendogli delle referenze o come lavora.

 

Per referenze non intendo il suo CV, ma quali servizi ha realizzato o su qual sito pubblica i suoi lavori, cosi da farsi un idea delle qualità delle sue foto.

Se é un professionista sicuramente avrà del materiale da sottoporvi.

E’ sufficiente anche il suo profilo Instagram o Facebook.

 

Ok e per quanto riguarda il come lavora?

 

Se ti dice:

Vengo quando vuole lei, di solito impiego 4 ore, dopo di che le lascio una memory card con le foto fatte e mi paga in loco

 

SCARTALO. PUNTO.

 

Innanzitutto un professionista si informa su che tipologia di casa deve fotografare, la zona e la sua esposizione.

Successivamente ti chiederà per che motivo dovranno esser fatte le foto, se l’appartamento é ammobiliato o abitato etc etc.

Il professionista si informa.

 

Ma perché tutte queste domande?!

 

Perché deve capire a seconda della zona e dell’esposizione dell’appartamento quale sarà il momento migliore per fare le foto in funzione della stagione, capire che materiale dovrà portare e sapere la finalità del progetto per strumenti e post produzione.

Capire cosa chiederti prima del suo arrivo. Se abitata probabilmente ti chiederà di levare le ciabatte da sotto la porta ed lo stendino dal salotto, un minimo di preparazione insomma..

 

Poi ci sono anche quelli che per un extra fanno anche un sopralluogo.

A seconda dell’extra ti consiglio di fargli fare un salto prima perché potrà darti indicazioni utili su cosa far sparire e cosa far trovare.

 

Questo è un professionista. PRENDILO. PUNTO.

 

Vedi le differenze?

 

Una volta selezionato il fotografo, fissato il giorno sei tu che devi metterti all’opera!

 

Cerca di levare oggetti personali come le foto, poster, raccattare gli animali e dare una bella pulita dappertutto.

Insomma prendi esempio da qualche piattaforma tipo AirBnB o simili.


Come vedrai difficilmente trovi suppellettili o oggetti personali nelle foto!

 

Quello che ti servirà durante lo shooting, e qui lo dico per esperienza personale, sarà:

  • un mazzo di fiori
  • prodotti per pulizie dell’ultimo minuto
  • stoviglie per apparecchiare la tavola

Al di fuori delle classiche foto fatte agli interni con la luce esterna, quello che consiglio io e che tanti fotografi fanno, sono le foto simulando la sera.

Abbassando avvolgibili o chiudendo le persiane, avrai l’appartamento illuminato dalle luci interne simulando cosi l’ambiente diurno e notturno.


Non tutti lo fanno ma questo farà la differenza.

 

Fai fare foto a tavola sparecchiata magari con fiori sul tavolo, ed a tavola apparecchiata in maniera perfetta.

 

Per la durata del servizio cerca di esser reperibile in caso di imprevisti o domande da parte del fotografo.

 

Tendenzialmente il fotografo non ama perder tempo, quindi fagli trovare casa come se fosse immacolata, da subito.

 

Solo foto?

Per qualsiasi appartamento si può realizzare anche un filmato da pubblicare aggiungendo magari anche una base musicale, per accompagnare l’utente nella visita dell’appartamento.

Qui dipende dal budget personale.

 

In alcuni casi, per budget più importanti, ho fatto realizzare anche veri e propri tour virtuali, dove attraverso il mouse l’utente poteva andare in qualsiasi angolo della casa spostandosi liberamente attraverso anche la funzione zoom.

 

Qualora invece fosse una villa, un immobile, una tenuta o un albergo il drone può essere un valido strumento. Sia per gli esterni che per gli interni.

Ricordo però di affidarsi a professionisti abilitati all’uso dei droni in spazi aperti onde incorrere in sanzioni.

 

Chi sceglie le foto da utilizzare?

La maggior parte dei fotografi nel preventivo include anche l’intervento di post-produzione ed una preselezione.

 

Ciò vuol dire che potrà intervenire con software tipo PhotoShop per correggere o cancellare particolari nelle foto comodamente dal suo ufficio.

Sarà sempre lui a crearvi una preselezione delle foto, dividendovi le migliori da quelle meno impattanti.

 

Possono essere inviate per email, messe su chiavetta usb o pubblicate nel cloud.

 

ATTENZIONE: definite sempre in partenza se le foto saranno sotto copyright e se il logo dello studio fotografico potrà essere omesso.

Patti chiari amicizia lunga!

 

E ora?

Beh come detto prima se vuoi farti due risate confronta queste foto con quelle del fotografo e poi dimmi se sono uguali…Se dovessero essere uguali molto probabilmente tu hai sbagliato mestiere 😉

 

Ora non ti resta che concentrati sull’annuncio.

 

Hai già scelto le foto migliori? Ricordati fai un mix tra diurne e notturne.

 

Scegli il titolo o i titoli se pubblichi in più siti, e componi il corpo dell’annuncio.


Breve coinciso ma altrettanto letale…Come le tue foto!!

 

Last but not least, per quelli convinti che da soli si possa arrivare a risultati ottimi consiglio di dare una visita a questo sito dove trovare ottimi consigli su come fare foto da urlo (positivo si intende):

 

TECNICA FOTOGRAFICA

Se invece, ma questo non te lo auguro, una volta ricevute le foto su scheda di memoria queste dovessero cancellarsi ti consiglio un programma di recupero delle foto. Ne esistono diversi, quello con cui mi sono sempre trovato bene é:

 

CARD RECOVERY PRO

Con questo penso che abbiamo fatto una “panoramica” generale.

 

Per info o suggerimenti scrivi nei commenti.

 

 

Nicolo Garavaglia
Nicolo Garavaglia
Felice di condividere esperienza e conoscenze con gli altri!

Lascia un commento