Cosa guardare e come comportarsi durante una visita

Siamo arrivati al giorno della visita dell’appartamento che ci interessa!

 

Se sei arrivato fino a qui ascoltando i miei consigli sicuramente ti concentrerai solo sull’appartamento dal momento che la zona ed il quartiere li hai già studiati!

 

Se cosi non fosse cerca di guardare il più possibile.

 

Che gente c’é in strada? Vi sono servizi e negozi? La zona sembra tranquilla e pulita?

 

Sicuramente se la casa sarà di tuo interesse ti recherai in un altro momento per approfondire la visita al quartiere, ma darci un occhio non guasta mai..

 

Se stai visitando un appartamento di un condominio dovrai in primis:

 

-verifica la presenza di una portineria e suoi orari

-guarda lo stato esterno di citofoni e buche delle lettere

-le parti comuni risultano pulite e profumate?

-grandezza ascensore e/o montacarichi, utile per il trasloco

-i corridoi/pianerottoli sono liberi o considerati luoghi di stoccaggio cose di ogni genere?

 

Ti starai chiedendo “Ma che mi frega di tutte queste cose?!”

 

Questi sono tutti dettagli che ti faranno avere un idea generale di come venga gestito il condominio e di chi vi abita!

 

Durante la visita ricordati di chiedere anche il nome e telefono dell’amministratore cosi da poter recuperare informazioni a riguardo sia su di lui che sull’appartamento.

 

 Va fatto subito un distinguo sulla tipologia di visita che andremo a fare assieme all’agente immobiliare:

 

  • casa sfitta o vuota
  • casa abitata

 

Nel primo caso hai la completa libertà di guardare, fare considerazioni di carattere personale, fare foto supplementari, prendere qualche misura per controllare eventuali arredi o mobili in tuo possesso. Aprire e chiudere cassetti e porte come se non ci fosse un domani e farsi spiegare vita morte e miracoli dell’edifico. 

 

Nel secondo caso sarà meglio evitare tutto questo!

 

 

Perché?!

 

Innanzitutto devi considerare la casa che visitiamo come se fosse casa tua.

 

Come se fossi tu dall’altra parte, e quindi ricevere sconosciuti dall’occhio critico e vigile.

 

Si sa, ognuno in casa propria si sente al sicuro perché fondamentalmente lo considera il suo nido, il suo riparo lontano da tutto e tutti. Ognuno di noi ha abitudini, gusti differenti da qualsiasi altra persona di conseguenza non puoi entrare e far trasparire emozioni e considerazioni quali:

 

  • disgusto
  • disapprovazione
  • farsi del tipo “Ma perché?! – Di sto colore! – Ma no, io avrei fatto cosi! – Guarda amore vieni a vedere guarda cosa hanno messo qui!”

 

Perché cosi facendo andrai a colpire nell’intimità delle persone, attaccando il loro modo di vivere e scelte personali.

 

Sembra un esagerazione ma credimi che l’effetto prodotto sarà proprio questo. 

 

 

E allora cosa dovrei fare starmene in silenzio?

 

Collegandomi all’articolo precedente non si dovrebbero avere sorprese durante la visita, semplicemente perché qualora vi fossero l’agente immobiliare non ti ha trasmesso le informazioni complete. 

 

Quindi la visita che stai facendo ora é solamente di presa visione dal vivo delle foto e delle planimetrie e caratteristiche descritte in agenzia.

 

Sappi essere cordiale e rispettoso dell’ambiente che ti circonda perché in tanti casi succede che se il proprietario attuale ti percepisce come persona educata e gentile sarà più disposto ad instaurare una trattativa con te ed il vostro agente.

 

Potrà mostrarti o spiegarti qualsiasi aspetto di cui hai bisogno.

 

Quando si stabilisce un rapporto di rispetto tra le parti molte volte anche il prezzo può essere rivisto al ribasso o il margine di trattativa può essere ampliato.

 

Il mio cicerone

Il tuo agente durante la visita, sarà colui che ti introdurrà al proprietario e che ti accompagnerà nelle varie stanze durante la visita descrivendo particolari o dettagli più nello specifico. Sono concesse domande di carattere tecnico e pratico inerenti i materiali utilizzati ed informazioni aggiuntive sul palazzo e la zona.

 

L’agente immobiliare nella visita terrà sempre le redini della discussione, facendo da filo conduttore tra le due parti.

 

Se cosi non fosse cerca di sopperire a questa mancanza interloquendo con il proprietario senza tralasciare complimenti per l’appartamento ed il suo arredo. Una persona che riceve complimenti sarà sempre ben disposta nei tuoi confronti.

 

Non saranno complimenti fittizi o inventati perché se ti trovi li é perché hai voluto e scelto tu tramite l’operato del tuo agente.

 

Cosa guardare?

 

Attraverso domande specifiche dovrai poter capire e guardare gli elementi più importanti che potrebbero rivelare sorprese “costose”. 

Casa
Ad esempio:

 

  • datazione impianto elettrico, idraulico e riscaldamento
  • ultimi lavori importanti effettuati
  • guarda se vi sono presenti tracce d’umidità
  • presenza di fessure non solo su muri e soffitti ma anche sui rivestimenti in ceramica
  • condensa sui vetri della casa
  • finestre e porte finestre, controllarne dispersioni di calore o spifferi
  • porta d’entrata, quanti punti chiusura e blindatura

 

Queste sono le caratteristiche principali valide per ogni appartamento o casa indipendente. Ci sono poi altri particolari più o meno grandi che andranno visti a seconda della tipologia di casa che state visitando che possono essere di varia natura, tecnica o di uso quotidiano come:

 

    • se in presenza di giardino esterno verificare dislivello esterno/interno e presenza di grate per l’acqua piovana
    • sistema d’allarme, inferriate alle finestre
    • accessi viabilità per eventuale trasloco
    • qualità segnale del vostro operatore telefonico
    • esposizione casa rispetto al sole
    • vicinanza con vicini o condomini, capire chi sono
    • qualità della manutenzione e pulizia delle parti comuni
    • posto auto, grandezza o vicinanza

 

Non sarà difficile capire cosa guardare perché se avrai fatto bene il lavoro per determinare i tuoi parametri saprai distinguere le priorità da gli elementi superflui.

 

Condividi o metti un like, ti sarò molto grato (grazie!)